Sostenitori

chi siamo

Nel 1971 venne fondata la SSCC, Società Svizzera per cani da catastrofe e, grazie all’interessamento di alcuni soci, nel 1975 fu fondato anche il Gruppo Regionale Ticino (GR TI).
Durante i primi anni di esistenza del gruppo, i conducenti si dedicavano quasi esclusivamente alla “valanga”, ossia ricerca di dispersi sotto la neve. Furono organizzati dei concorsi ed anche un campionato svizzero. Era pure attivo a quel tempo un picchetto invernale a disposizione della Polizia Cantonale e delle colonne di soccorso del Club Alpino Svizzero (CAS), a cui il gruppo “valanga” è poi passato ufficialmente.

Anche l’attività con i cani da ricerca in superficie e da salvataggio in caso di catastrofe, ossia da ricerca nelle macerie, fu intensa e proficua. Ad un determinato momento alla REDOG erano iscritti ben 11 teams ticinesi brevettati.

Il primo presidente del Gruppo regionale Ticino fu Ermanno Genasci di Cavergno che divenne poi anche presidente centrale della REDOG svizzera. Quale presidente centrale si é impegnato con assoluta dedizione, in tempi non facili per la REDOG. Già nel 1979 aveva concluso il primo contratto con la Guardia Aerea di Salvataggio, la REGA, e contribuito in modo determinante a far si che la REDOG entrasse a far parte sin dall'inizio del 1981 della Catena Svizzera di Salvataggio. Ermanno Genasci, durante la sua vita si è inoltre impegnato molto a favore della famiglia della Croce Rossa Svizzera, nella quale ha rivestito molte funzioni. E' deceduto nel 2010 dopo lunga malattia. Era socio onorario della REDOG.

Nell’ultima decina d’anni altri presidenti si sono succeduti alla testa del nostro gruppo:

  • Andrea Gervasini di Origlio
  • Bruno Haag di Pura
  • Angelo Fumagalli di Arzo e
  • Marino Beretta di Pedrinate
  • Ermidio Rezzonico di Magliaso e
  • Fabio Giussani di Rovio dallo scorso novembre 2010.

Nel campo della ricerca su terreno aperto o di superficie (RIC) gli interventi sono stati numerosi e possibili sin quasi dall’inizio della costituzione della società, mentre a livello svizzero gli interventi in caso di catastrofe, ossia di ricerca sotto le macerie (CAT) furono agevolati solo a partire dal 1980.

Infatti, fino a quegli anni diverse organizzazioni svizzere di salvataggio operavano nel mondo intero senza alcuna coesione reale. Nel 1981/1982 si costituì la Catena Svizzera di Salvataggio (CSS) per offrire un aiuto efficace ai paesi che lo richiedevano e la SSCC, con opportune convenzioni entrò a farne parte. Acquisì maggiore importanza ed aumentò in modo esponenziale gli interventi in patria ed all’estero: Gli ultimi tra questi: Friuli (1976), Turchia (1999), India (2000), Gondo (2000), Algeria (2003), Iran (2003). Nel 25° di fondazione la SSCC cambiò ragione sociale da SSCC in REDOG ( una contrazione di Rescue Dog – cane da salvataggio).

Della Catena Svizzera di Salvataggio fanno parte 8 organizzazioni diverse:

  • Il Corpo Svizzero di Aiuto Umanitario (CSA)
  • Il Servizio Sismologico Svizzero del Politecnico Federale di Zurigo.
  • La Guardia Aerea Svizzera di Salvataggio (REGA)
  • La Società Svizzera per cani da catastrofe (REDOG)
  • La Croce Rossa Svizzera (CRS)
  • La compagnia aerea SWISS AIRLINES
  • La direzione dell’aeroporto di Zurigo – Kloten (UNIT)
  • Il Servizio di Coordinamento in caso di catastrofe (SCC) del Dipartimento Federale della Difesa, della Protezione della Popolazione e dello
  • Sport (DDPS).

Il Gruppo Regionale (GR TI) è composto da un numero variabile di soci attivi. Ha la sua sede presso il domicilio del presidente in carica e dispone di due basi di lavoro; la prima a Sigirino, occupata prevalentemente dal gruppo “ricerca”, e la seconda a Genestrerio, dove si allena il gruppo “catastrofe”.

Ogni conducente che intende formarsi presso la REDOG è benvenuto ed i responsabili dei rispettivi gruppi “ricerca” o “catastrofe” sono ben contenti di fornire loro ogni utile informazione.

 
.hausformat | Webdesign, Typo3, 3D Animation, Video, Game, Print